Emozioni e psicologia, Psicologia pratica, Test, Tutti gli articoli

Insicurezza arma o scudo? Fai il test!

Sei una persona insicura? Scoprilo con il test che trovi alla fine di questo articolo!

Conosciamoci meglio

L’insicurezza etimologicamente sta per “assenza di sicurezza/fiducia in sé”, ma siamo sicuri che uno stato d’animo così complesso possa essere inteso esclusivamente come mancanza di qualcosa?! Provando a conoscerla ci renderemo conto che si tratta invece di uno stato emotivo e cognitivo estremamente complesso, con un ruolo ed una funzione attiva e dinamica. L’insicurezza non è assenza ma piuttosto forte presenza, talvolta ingombrante!

Quando è possibile parlare di insicurezza:

  • Quando ci sentiamo inadeguati nel relazionarci con altre persone o nell’affrontare una situazione sociale
  • Quando non ci sentiamo all’altezza di un compito specifico
  • Quando siamo sopraffatti dal dubbio e non riusciamo a prendere una decisione
  • Quando il timore del fallimento inibisce l’azione, preferiamo non agire piuttosto che sbagliare

Chiunque nella propria vita ha sperimentato momenti di insicurezza, che sono normali e funzionali quando ci accingiamo a prendere decisioni rilevanti o ad affrontare compiti importanti, perché ci consentono di ragionare razionalmente sul da farsi e focalizzare le nostre energie.

Quando l’insicurezza è un ostacolo?

L’insicurezza diviene uno stato emotivo e cognitivo problematico quando invade tutte le sfere della nostra vita, inibendo l’azione e la scelta, quando si pone come un collante che rende esseri statici, incapaci di assecondare le naturali evoluzioni.

Qual è la fonte dell’insicurezza?

L’insicurezza tendenzialmente nasce da una bassa autostima, letteralmente la stima che abbiamo per noi stessi, questa percezione fa sì che le previsioni degli esiti delle situazioni che ci ritroviamo a vivere e fronteggiare siano prefigurazioni perlopiù fallimentari! Spesso queste cognizioni derivano da una o più esperienze fatte durante il corso della vita, talvolta risalenti alle prime relazioni con i genitori. Ad esempio l’assenza di rinforzi positivi, incoraggiamenti o complimenti, per gli sforzi profusi nel conseguimento di un compito; il confronto continuo con i risultati raggiunti da fratelli, cugini o compagni di classe; oppure il riconoscere il valore della persona basandosi esclusivamente su risultati quantitativi raggiunti, come quelli scolastici, sportivi o professionali. Tutto ciò potrebbe aver contribuito a cementificare una sensazione diffusa di inadeguatezza che da adulti potrebbe invadere ogni aspetto della vita.

Che forma ha l’insicurezza?

Potremmo immaginare l’insicurezza come un giudice severo e parziale, che dispensa nostro discapito quasi esclusivamente giudizi negativi in favore delle opinioni e delle posizioni degli altri. La sensazione di essere sempre in errore, o di compiere azioni nel modo sbagliato, spinge gli insicuri a procrastinare o ad abbandonare compiti iniziati, per non doversi ritrovare ad affrontare il fallimento, condizione che confermerebbe il proprio senso di inadeguatezza. Inoltre sentirsi sempre dalla parte del torto comporta l’assumere continuamente il punto di vista dell’altro, sopprimendo la soggettività ed il libero arbitrio, facendo dell’insicuro una persona passiva. Leggi anche Che tipo di personalità sei?

E’ possibile liberarsi dell’insicurezza invalidante?

Certo! Se dovessi renderti conto che l’insicurezza inibisce le tue azioni ed i tuoi pensieri, e ti obbliga a convivere con un bassa considerazione delle tue abilità e del tuo valore, potresti rivolgerti ad uno Psicoterapeuta e cominciare un percorso di elaborazione e trasformazione delle cognizioni e dei comportamenti. Spostando il focus dai tuoi limiti e dalle tue difficoltà alle tue risorse ed alle tue abilità, valutando non più quello che non potrai mai essere ma prendendo coscienza di ciò che sei in potenza e che potrai diventare.

Qualche consiglio pratico per allenare l’assertività e modulare l’insicurezza!

  • Parla a te stesso! Ascolta quelle che sono le tue esigenze e le tue opinioni e ponile dinanzi a quelle altrui
  • Abbi cura di ciò che vuoi! Rispetta le tue volontà, renditi disponibile solo quando lo ritieni opportuno
  • Onora le tue emozioni! Chiediti spesso cosa stai provando ed esprimi le tue emozioni, non inibirle
  • Non accogliere solo i doveri! Apri le porte ad azioni che compi perché vuoi compierle e non sacrificarle sempre a favore dei doveri.

 

Completa il questionario per scoprire che tipo di personalità sei!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + 7 =